Benvenuto in Frilli Editori

NOVITA' "BUCHENWALD UNA STORIA DA SCOPRIRE" di Gilberto Salmoni

E-mail Stampa PDF

pagg. 144 coll. I Tascabili Storia € 10,50 Isbn 9788869431029

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: BUCHENWALD UNA STORIA DA SCOPRIRE


Il volume verrà presentato il giorno prima del GIORNO DELLA MEMORIA, martedì 26 gennaio alla Libreria Feltrinelli di Via Ceccardi a Genova alle ore 18. Modererà l’incontro la giornalista Eliana Quattrini.

 

In epoca ormai lontana (1944-45) ho passato diversi mesi di prigionia a Buchenwald assieme a mio fratello maggiore Renato. Un’esperienza che ho raccontato in Una storia nella Storia (Fratelli Frilli Editori, 2012). Dietro insistente invito della Fondazione che cura la memoria di quel Lager sono tornato due volte a Buchenwald e nella vicina Weimar, e mi si è destata la curiosità di approfondirne la storia. Occupandomi, negli ultimi quindici anni dell’Associazione Ex Deportati italiani (ANED), visitando altri lager nazisti e chiacchierando con gli ormai pochi sopravvissuti, mi sono reso conto che il campo di Buchenwald, pur avendo non pochi aspetti comuni con gli altri lager, presentava molte particolarità che hanno destato il mio interesse. Questo mi ha incuriosito e mi ha portato ad approfondire. Ne è risultato che, a parte episodi singoli che ci sono stati, la particolarità attraversava tutto il periodo di vita e l’intera storia del lager. Si tratta, appunto, di una storia tutta da scoprire.

 

Gilberto Salmoni (Genova 1928), laureato in ingegneria e in psicologia, ha lavorato, in momenti successivi, in entrambi i settori. Internato a quindici anni con la famiglia a Fossoli, deportato a Buchenwald col fratello maggiore, è oggi presidente della sezione di Genova dell’ANED (Associazione ex deportati politici e razziali) e svolge attività di testimonianza nelle scuole. Sull’esperienza della deportazione ha pubblicato: I fratelli hanno ucciso i fratelli in Una gioventù offesa. Ebrei genovesi ricordano, a cura di Chiara Bricarelli, Giuntina 1995, riproposto col titolo Buchenwald a 16 anni in Una traccia di riso sul sentiero. Singoli piccoli ricordi 1943-1945, a cura di Saverio Tutino, Editrice Consumatori, Galeata (Imola), 1996, la riflessione Coerenza e coraggio. Italiani in guerra, con prefazione di Marco Doria, (Fratelli Frilli Editori, 2005) e Una storia nella Storia (Fratelli Frilli Editori, 2012).

NOVITA' " OMICIDIO IN DARSENA" di Irene Schiavetta e Fiorenza Giorgi

E-mail Stampa PDF

pagg. 216 coll. I Tascabili Noir € 10,90 Isbn 9788869430817

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: OMICIDIO IN DARSENA


La notte prima di Ferragosto è davvero movimentata, a Savona. Si è nel pieno della stagione balneare e in tutta la città la gente balla e si diverte; in mare galleggiano migliaia di “lumetti” messi in acqua dalla gente e portati al largo dalle correnti. Ma il magistrato Ludovica Sperinelli non può godere fino in fondo il giorno di festa: poco dopo il ritrovamento del cadavere di un uomo forse annegato, un rocambolesco incidente d’auto e la scoperta di uno sconosciuto assassinato a colpi di pistola sconvolge la “movida” che anima la Darsena… Omicidio in Darsena è il quarto noir che vede all’opera il collaudato pool di investigatori, già protagonisti di Delitto alla Cappella Sistina,Morte al Chiabrera e La sala nera. Con loro una miriade di personaggi dalle caratteristiche contrastanti: uno spacciatore con strani passatempi, un magistrato pasticcione, una bionda con un abito leopardato, un professore che ha l’hobby di disegnare, una madre preoccupata. Tra Savona e la Costa Azzurra, il Sostituto Procuratore Sperinelli e i suoi collaboratori dovranno dipanare la complessa matassa di indizi e trovare i responsabili dei tremendi delitti.


Fiorenza Giorgi è nata, vive e lavora a Savona. Da molti anni in magistratura, attualmente ricopre l’incarico di Giudice per le Indagini Preliminari. È appassionata di musica lirica e tradizioni liguri ed è autrice di tre raccolte di modi di dire savonesi che hanno riscosso grande successo.

 

Irene Schiavetta, musicista, pianista, vive a Savona. Ha svolto attività concertistica ed è attualmente docente di Conservatorio. Ha scritto diverse commedie brillanti, racconti e libretti; ha collaborato con un’importante casa editrice per opere di letteratura italiana. Per le Edizioni Carisch ha scritto libri di didattica pianistica. Insieme per Fratelli Frilli Editori hanno pubblicato Morte al Chiabrera e La sala nera e la seconda edizione di Delitto alla Cappella Sistina.

Novità "ERA LA MILANO DA BERE" di Alessandro Bastasi

E-mail Stampa PDF

pagg. 288 coll. I Tascabili Noir € 12,90 Isbn 9788869430732

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: ERA LA MILANO DA BERE

 


Massimo Gerosa, manager in carriera, viene improvvisamente licenziato dalla COMOR, il colosso dell’informatica dove lavora. Le motivazioni sono vaghe. La moglie lo costringe ad andarsene di casa e anche la figlia diciannovenne, che all’inizio mantiene i rapporti con il padre, a un certo punto se ne allontana. Dopo nove mesi vissuti tra alberghi di quart’ordine e il suo SUV adibito a dimora, Massimo finisce con il fare il guardiano notturno nella sede di un movimento di estrema destra, di cui gradatamente sposa l’ideologia impregnata di nazionalismo, di razzismo e di antisemitismo. Arriva, addirittura, a immaginare e a proporre un attentato contro Roberto Modigliano, che Massimo considera la causa della sua “morte civile” e che, oltre a essere lo stimato uomo d’affari destinato a diventare il prossimo ministro dell’economia, è anche l’esponente di una nota famiglia ebraica del milanese. Ma Modigliano nasconde un terribile segreto... Sullo sfondo di un paese devastato dalla crisi economica, dalla decadenza culturale e dalla solitudine sociale, si dipana un racconto feroce nel quale, con un montaggio alternato, l’autore ci conduce per mano attraverso le vicende parallele dei suoi personaggi e ci porta fino al punto in cui convergono in un tragico e definitivo gioco al massacro: una rappresentazione impietosa della società dei nostri giorni, sopra un palcoscenico da tragedia greca, cui solo la progressiva presa di coscienza di Cristina, la giovane figlia di Massimo, riuscirà a donare un filo di luce.


L’autore, Alessandro Bastasi è nato a Treviso nel 1949. A 27 anni si è trasferito a Milano, dove attualmente vive e lavora. Con un passato di attore teatrale, a Venezia ha recitato al teatro Ridotto con il mitico Gino Cavalieri, ha continuato in seguito a calcare le scene fino all'ultima partecipazione nell’atto unico Virginia (2010) di Giuseppe Battarino e altri. Nella seconda metà degli anni ’70 ha scritto numerosi articoli di argomento teatrale per riviste del settore (“Sipario”, “La Ribalta”). Tra il 1990 e il 1993 ha vissuto a Mosca. Gli avvenimenti di quegli anni – di passaggio dall’URSS alla nuova Russia – gli hanno dato materia per il suo primo romanzo La fossa comune, pubblicato nel 2008 e ambientato nella capitale russa. In seguito ha dato alle stampe: La gabbia criminale (romanzo, Eclissi Editrice 2010), Città contro (romanzo, Eclissi Editrice 2011), Ologrammi (racconto, MilanoNera Edizioni 2012), La caduta dello status (racconto pubblicato sul quotidiano “Il Manifesto” 2012), Cronaca di un’apocalisse annunciata (racconto, nell’antologia Cronache dalla fine del mondo, Historica Edizioni 2012), La scelta di Lazzaro (romanzo, Meme Publishers editore 2013), Milan by night (racconto, nell’antologia Una notte a Milano, Novecento Editore 2014). Altri racconti sono presenti in vari siti letterari.

Vincenzo Maimone vincitore del Premio Mariano Romiti sezione esordienti.

E-mail Stampa PDF

Condividiamo con tutti voi l'emozione nostra e soprattutto del nostro autore Vincenzo Maimone per aver vinto con merito il Premio Mariano Romiti nella sezione esordienti con il romanzo noir "LA VARIABILE COSTANTE" (Fratelli Frilli Editori).

"SANGUE NEL REDEFOSSI" di Gino Marchitelli

E-mail Stampa PDF

pagg. 304 coll. I Tascabili Noir € 11,90 Isbn 9788869430770

ACQUISTA QUESTO TITOLO ADESSO CON SCONTO -15% + 1 LIBRO OMAGGIO CLICCA SU: "SANGUE NEL REDEFOSSI"


Una serie di delitti si verificano a San Giuliano Milanese e in Piemonte, vicino a un rifugio alpino di Macugnana, davanti al ghiacciaio del Monte Rosa .Viene denunciata la scomparsa di un dirigente di una nota azienda sanitaria privata ma la segnalazione non viene presa in grande considerazione al commissariato di Lambrate dove la polizia è impegnata, in un agosto caldo e soffocante, ad occuparsi di quello che pare essere il penoso caso di suicidio di un anonimo commercialista nella vicina via Ampere. All’interno del rimorchio di un camion abbandonato nelle campagne dell’hinterland milanese una raccapricciante scoperta che metterà a dura prova l’umanità e la professionalità dei carabinieri di San Giuliano Milanese. Cristina, giornalista di radio popolare, aiutata dalla sua nuova assistente Marta Jovine, si occuperà di quest’ultimo caso e l’inchiesta della giornalista assumerà un profilo molto pericoloso .


Luigi Pietro Romano Marchitelli, detto ‟Gino”, ha lavorato per molti anni sulle piattaforme petrolifere della Saipem, per la ricerca del petrolio in mare, come tecnico elettronico. È attivo nel campo delle energie rinnovabili e nell’impiantistica elettrica ed elettronica. Militante nella CGIL e in Democrazia Proletaria ha partecipato alle dure lotte dei lavoratori delle piattaforme petrolifere in mare. Attualmente fa parte del direttivo A.N.P.I. di San Giuliano Milanese e dell’Osservatorio Contro le Mafie nel Sud Milano. È cantautore ed è stato finalista al concorso Camaleonte 2013 – Salone del Libro di Torino, con un brano dedicato agli operai caduti alla ThyssenKrupp. È autore del noir d’esordio Morte nel Trullo (giugno 2012), di Qvimera (25 aprile 2013) e del noir Il Pittore (dicembre 2013), diploma d’onore all’opera inedita 2013 Premio Internazionale IL MOLINELLO e menzione speciale alla PROVINCIA in GIALLO 2014. Nel giugno 2014 ha pubblicato il DVD Siamo i ribelli della montagna, video intervista ai partigiani protagonisti della liberazione della Val D’Ossola nel 1944. Del luglio 2014, è il libro di testimonianze sulle stragi di Stato Una storia di tutti in memoria delle vittime delle stragi. Per Fratelli Frilli Editori ha pubblicato Milano non ha memoria.

Pagina 1 di 21