Benvenuto in Frilli Editori

NOVITA' "SAMBUCO E IL SEGRETO DI VIALE LORETO" DI ALESSANDRO REALI

E-mail Stampa PDF

pagg. 158 coll. I Tascabili Noir € 9,90

Isbn 9788869430084

La globalizzazione ha modificato, negli anni, abitudini, ambienti e persone a Sannazzaro de' Burgondi, piccola cittadina di provincia nei pressi di Pavia, per lasciare spazio al consolidarsi di nuove routine. Fino a quando queste vengono sconvolte dal misterioso omicidio di Renato Mandrini, detto René. Benestante, affascinante e stimato uomo di mezza età, amante della bella vita e sposato con Dina Morbegni Valsecchi, Renato vive nella grande villa di viale Loreto, dalla quale provengono le note di Chopin, abilmente stemperate al pianoforte dalle dita di Natalina – la sorella “pazza” di Dina – nelle torride notti estive, tra zanzare voraci, miasmi umidi e luci della Raffineria ENI. Nella nuova indagine, Sambuco e Dell'Oro, dell'omonima Agenzia Investigativa Sambuco & Dell'Oro con sede in Borgo Ticino a Pavia, sono ingaggiati, in un primo momento, dalla moglie di Renato che, tormentata dal sospetto di una tresca del marito con una donne più giovane, vuole vederci più chiaro. Ma un semplice caso di presunte “corna” si trasforma in qualcosa di più intricato. Ancora una volta, Sambuco e Dell'Oro, come segugi sempre sulla traccia, sono catturati dal nuovo caso. Personaggi da scoprire e già conosciuti e altre situazioni da controllare e su cui indagare per i due detective pavesi che, per alcuni giorni, gravitano intorno alla villa di viale Loreto, al Bar Sarti, ai suoi avventori e a Michela Sarti, la proprietaria. Le congetture e le intuizioni di Sambuco, insieme alle goffe ed esilaranti performance da tombeur de femmes da strapazzo di Dell'Oro, accompagnano la lettura fino al coup de théâtre finale con il quale si conclude il più noir dei tre romanzi che compongono la prima trilogia dell'Agenzia Investigativa Sambuco & Dell'Oro.

L’autore Alessandro Reali nasce a Pavia il 4 febbraio 1966. Lavora presso un laboratorio chimico ENI. Legge molto. Ama l’arte. Ascolta i cantautori italiani, Bob Dylan, il blues e il jazz. Gli piace la quiete, fumare la pipa, il toscano e, ogni tanto, fare notte in birreria con gli amici di sempre. Per Fratelli Frilli Editori ha già pubblicato Fitte nebbie. La prima indagine di Sambuco & Dell’Oro (2012), La morte scherza sul Ticino. La seconda indagine di Sambuco & Dell’Oro (2013) e Risaia crudele. Quei giorni dell’inverno ’45 (2014).

- segui l'autore su Facebook clicca qui: https://www.facebook.com/alessandro.reali.3194?pnref=story -


NOVITA' " LA SALA NERA" DI IRENE SCHIAVETTA & FIORENZA GIORGI

E-mail Stampa PDF

pagg. 192 coll. I Tascabili Noir € 9,90

Isbn 9788875639990

 

C’è grande attesa per la mostra di brillanti organizzata nel Palazzo dell’Anziania, a Savona, dove si potranno ammirare alcune tra le pietre più preziose radunate per l’occasione dagli esperti del settore. I gioielli, dal valore incalcolabile, sono custoditi al sicuro nel caveau della gioielleria Modigliani, nel cuore della città. Una donna misteriosa tenta l’impossibile: rubare l’intera collezione. E’ determinata, ha preparato ogni mossa con cura, ma le cose non vanno come previsto e deve fuggire precipitosamente, lasciandosi dietro un cadavere e mille interrogativi. La vicenda si dipana in un’altalena di personaggi inquietanti e di autentici colpi di scena: un testimone particolarmente affascinante, che cerca di far breccia nel cuore del magistrato Ludovica Sperinelli; un criminale di guerra punito per la sua crudeltà; una nonna capricciosa; il maresciallo Francesco Mancini, alle prese con un fantasma che parla e cammina... Terzo romanzo della coppia Schiavetta & Giorgi, La sala nera vede in azione il medesimo pool di investigatori dei due precedenti episodi, Delitto alla Cappella Sistina (Uniservice, 2011) e Morte al Chiabrera (Fratelli Frilli Editori, 2013).

Fiorenza Giorgi, è nata, vive e lavora a Savona. Da molti anni in magistratura, attualmente ricopre l’incarico di Giudice per le Indagini Preliminari. È appassionata di musica lirica e tradizioni liguri ed è autrice di tre raccolte di modi di dire savonesi che hanno riscosso grande successo.

Irene Schiavetta, musicista, pianista, vive a Savona. Ha svolto attività concertistica ed è attualmente docente di Conservatorio. Ha scritto diverse commedie brillanti, racconti e libretti; ha collaborato con una importante Casa editrice per opere di letteratura italiana. Per le edizioni Carisch ha scritto libri di didattica pianistica.

 

 

 


 


"OSSA DIMENTICATE" DI ANDREA TAMIETTI

E-mail Stampa PDF

pagg. 224 coll. I Tascabili Noir € 10,90

Isbn 9788875639945


 

L’avvocato Alessandro Canova, mollato dalla fidanzata e rimasto senza lavoro, vive con apatia e tristezza il momento di crisi. La sua noiosa esistenza è ravvivata quando un amico rende una confessione inquietante in punto di morte: anni prima, ha seppellito il cadavere di una ragazzina in una proprietà agricola. Con pochi appigli concreti, Alessandro inizia a scavare tra le ragnatele del tempo, alla ricerca di una verità sfuggente, sullo sfondo di una Torino notturna equivoca e volgare. Tra discoteche, playboy e strani personaggi, scoprirà che le apparenze ingannano e che gli indizi possono essere interpretati in modi diversi, fino ad innescare una catena di avvenimenti drammatici e colpi di scena.

Andrea Tamietti  è nato a Torino il 14 febbraio 1969. Nel 1992, si è laureato in giurisprudenza e dopo due anni di praticantato ha ottenuto l'abilitazione alle professioni forensi. Nel 1995 ha lasciato l'Italia per Strasburgo, dove tutt'ora lavora come giurista presso la Corte europea dei Diritti dell'Uomo. Nel 2000 ha avuto una breve esperienza come consigliere parlamentare presso la Camera dei Deputati a Roma. È autore di numerosi articoli su riviste e pubblicazioni a carattere giuridico e interviene regolarmente in corsi tematici e conferenze su temi di diritto internazionale.  Ossa dimenticate è il suo primo romanzo.

"MARIANI E LE MEZZE VERITA' " DI MARIA MASELLA

E-mail Stampa PDF

pagg. 240 coll. Noir € 14,90

Isbn 9788875639976

“IL NUOVO ROMANZO DELLA REGINA DEL NOIR LIGURE”

È la seconda metà di novembre. In una discarica abusiva è stato ritrovato il corpo di un uomo, senza documenti. Il commissario Antonio Mariani comincia a controllare fra le persone scomparse; una segretaria pur non identificandolo ricorda di averlo visto più volte con il suo datore di lavoro scomparso da giorni. Mentre Mariani continua le indagini a Genova, arriva una segnalazione da Lecco: proprio il vicequestore attribuisce un’identità al morto, è un piccolo industriale, abbastanza noto in città. Lecco: in nessun posto Mariani andrebbe meno volentieri perché il questore è Serra con cui aveva avuto contrasti e di cui continua a sospettare una complicità nel ferimento di un suo collaboratore e amico. Fra Genova e Lecco si dipana una complessa indagine, in cui nessuno dice tutta la verità.

Maria Masella è nata a Genova. Ha partecipato varie volte al Mystfest di Cattolica ed è stata premiata in due edizioni (1987 e 1988). Ha pubblicato una raccolta di acconti – Non son chi fui – con Solfanelli e un’altra – Trappole – con la Clessidra. Sempre con la Clessidra è uscito nel 1999 il romanzo poliziesco Per sapere la verità. La Giuria del XXVIII Premio “Gran Giallo Città di Cattolica” (edizione 2001) ha segnalato un suo racconto La parabola dei ciechi, inserito successivamente nell’antologia Liguria in giallo e nero (Fratelli Frilli Editori, 2006). Ha scritto articoli e racconti sulla rivista “Marea”. Per Fratelli Frilli Editori ha pubblicato Morte a domicilio (2002), Il dubbio (2004), La segreta causa (2005), Il cartomante di via Venti (2005), Giorni contati (2006), Mariani. Il caso cuorenero (2006), Io so. L’enigma di Mariani (2007), Primo (2008), Ultima chiamata per Mariani (2009), Mariani e il caso irrisolto (2010), Recita per Mariani (2011) e Per sapere la verità (2012), Celtique (2012) Mariani allo specchio (2013). Per Corbaccio ha pubblicato Belle sceme! (2009). Morte a domicilio e Il dubbio sono stati pubblicati in Germania dalla Goldmann.

 

 

 

"MUTO COME UN ORSETTO" di Helfrid P. Wetwood

E-mail Stampa PDF

pagg. 128 coll. I Tascabili Noir € 9,90

Isbn 9788875639617

<< ...un viaggio, duro, al terminal della notte, che talvolta è anche il capolinea della speranza.>>

(Severino Colombo - Corriere della Sera)

 

“Milano, via Padova, un’anziana prostituta giace assassinata nel suo letto. Il referto del medico legale recita “morte per asfissia”. In bocca e nella gola della sventurata ciocche di peli sintetici tolgono ogni dubbio circa la natura dell’arma del delitto: un peluches, un tenero orsacchiotto di cui si è persa ogni traccia. Il suo nome è Gosa e dal divano di Ginger, vecchia prostituta e sua amata padrona, è ora finito per strada, gettato via come si fa con l’arma del delitto, buttato tra le vie indifferenti di una nuova Milano da bere. Un barbone, tre spazzini, un’ex moglie, un ragazzone ritardato, un killer, un trentenne da aperitivo, uno psicologo, un meccanico, uno sbirro, un orsacchiotto che brama vendetta e poi Milano, un formicaio di peccatori che parcheggiano in doppia fila! Muto come un orsetto, una favola di mezzanotte narrata attraverso gli occhietti neri del peluches di una puttana.

 

L’autore Helfrid vive a Milano, città in cui è nato nel 1978 e dove ha conseguito il titolo di avvocato. Tra i suoi hobby spiccano la pittura e il disegno. Nel 2012, partecipando ad un concorso letterario con lo pseudonimo Olivia H. Wetwood, pubblica il suo primo racconto che, notato dal “Corriere della Sera” e dalla rivista di critica letteraria “Satisfiction”, è divenuto oggi questo romanzo.

 

- Seguite l'orsetto Gosa anche sulla pagina Facebook "Muto Come Un Orsetto" -

 

Pagina 1 di 15